GRAN TOUR ALLA SCOPERTA DELLA CALABRIA

Ritratto di tumifaigirar

   GRAN TOUR ALLA SCOPERTA DELLA CALABRIA

La Magna Grecia ed i Bronzi di Riace

13/18 MAGGIO

 

La Calabria con le sue terre protese tra lo Ionio ed il Tirreno, infiniti chilometri di coste, una punta  in cui  inevitabilmente  chi andava per mare inciampava… Per questo la sua storia millenaria è così ricca. La regione bellissima, solare e cupa al tempo stesso, intrigante ed inedita  nella sua alternanza continua di boschi e sabbia, di mare e montagna. Una varietà inesauribile di paesaggi e cultura.

 

13 MAGGIO: PARTENZA - SALERNO                                                            

Ritrovo dei Sigg.ri partecipanti nei luoghi convenuti e partenza in autopullman G.T. per la Campania. Soste lungo il percorso. Pranzo libero in corso di viaggio. Nel tardo pomeriggio arrivo a Salerno, vera chicca campana! Vedremo il suo bel Lungomare Trieste ed il suo centro storico, ricco di vicoli e viuzze che si intersecano, negozietti e piccole botteghe… questo è senza dubbio il vero cuore di Salerno! Qui spicca il Duomo, in stile gotico angioino, che ci accoglierà con una grandiosa scalinata in marmo e con le statue del leone e della leonessa, che fedelmente custodiscono l’ingresso, la “Porta dei Leoni”. A pochi passi dal Duomo si erge la Chiesa della Santissima Annunziata, seicentesco edificio con il monumentale campanile decorato. Ammireremo poi il Giardino della Minerva, luogo magico e ricco di storia, un orto terrazzato al cui interno si trovano squisite tisanerie tipiche in cui si possono degustare infusi, macerati, aperitivi e biscotti tipici. Questo luogo è storicamente legato alla storica Scuola Medica Salernitana, che qui coltivava piante medicinali provenienti da ogni angolo del mondo. Non mancheremo di vedere anche la “Villa Comunale”, il giardino della città, progettato nel 1874 da Casalbore e costruito intorno alla famosa fontana del Tullio, arricchitosi nei secoli di monumenti dedicati ai personaggi storici d’Italia, oltre che di moltissime varietà botaniche. Al termine sistemazione in hotel nei pressi della località. Cena e pernottamento.

14 MAGGIO: SALERNO – MORANO CALABRO – CIVITA                         

Dopo la prima colazione in hotel partenza per la Calabria. La nostra prima tappa sarà Morano Calabro, tra cascate di case simile ad  un grande presepe, con la Chiesa ed il Castello in cima. Indimenticabile se visto da fuori ma ancora più suggestivo all’interno dei suoi vicoli, Morano offre scorci romantici lungo le ripide stradine e riserva ad ogni rampa la sorpresa di un palazzo o di un’antica fontana. Nelle Chiese dei santi Pietro e Paolo che corona la cima, la vista è splendida; ma ancor di più lo è il Castello, imponente rudere Normanno.  Non mancheremo di visitare la deliziosa bottega “SFIZI E SAPORI DI CALABRIA” dove poter acquistare le “Crocette” a base di fichi secchi. Proseguiremo per Civita, nel cuore del Parco del Pollino, un tesoro naturalistico che la Calabria condivide con la Basilicata nonché il Parco nazionale più grande d’Italia.  La strada incontra paesi di cultura “arbereshe“ che narrano le tradizioni e le spiritualità del popolo albanese, una cultura trapiantata più di 500 anni fa,  quando dopo l’invasione ottomana le popolazioni dei Balcani si spostarono verso occidente. Civita unisce le bellezze naturali del parco alla ricchezza della cultura, con le sue caratteristiche abitazioni dette Kodra, con le finestre e la foggia  dei camini che sembrano donare buffe espressioni quasi avessero un volto. Spettacolare per il ponte del diavolo che si affaccia sulle incredibili gole del Raganello. Pranzo in ristorante tipico specializzato in cucina italo-albanese per degustare le famose SHTRIDHELAT e tante altre prelibatezze. Al termine proseguimento per la Costa Tirrenica. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

15 MAGGIO: COSTA DEGLI DEI – PIZZO CALABRO – TROPEA – CAPO VATICANO

Dopo la prima colazione in hotel partenza per la meravigliosa “Costa degli Dei”, il trionfo delle spiagge più belle d’Italia ma anche di tanti piccoli borghi da visitare. Si tratta di circa 60 chilometri di natura prorompente e selvaggia con panorami   mozzafiato che vedono alternarsi speroni di rocce a baie e calette di sabbia bianchissima. Pizzo Calabro è la porta della Costa degli Dei, abbarbicato su un promontorio di tufo con l’imperdibile Castello Aragonese dove venne imprigionato e fucilato nel 1815 il re di Napoli Gioachino Murat e da dove si potrà godere di una vista spettacolare! Gironzolare tra i vicoletti del paese ci permetterà di conoscere gli aspetti più autentici di questo splendido borgo, con le sue tradizionali Chiesette, gli antichi palazzi e le terrazze con affacci sul mare.  D’obbligo una sosta in Piazza della Repubblica con il suo belvedere da dove ammirare la costa e dove gustare “il tartufo gelato di Pizzo” una squisitezza!  Altra chicca è la Chiesa di Piedigrotta, posta all’interno di una grotta ed al cui interno vengono rievocati diversi passi biblici narrati da affreschi e statue. Ma ora via…lungo la strada litoranea che da Pizzo procede verso sud. Attraverseremo Briatico dove riconosceremo il profilo dello “Scoglio della Galera” (probabilmente non una prigione ma un’antica tonnara romana) e poi Zambrone dalle spiagge che non hanno nulla da invidiare alle spiagge caraibiche fino a Tropea, la vera regina della Costa degli Dei! Bellissima, la “perla del Tirreno”, un borgo che racchiude nel suo centro storico testimonianze di un ricco testimoniato dagli antichi palazzi nobiliari del 1700 affacciati a strapiombo sul mare.  Interessante  il Santuario di Santa Maria dell’Isola, su uno scoglio tufaceo in posizione molto scenografica,  la vera icona di Tropea raggiungibile tramite una ripida scala molto panoramica  che ci permetterà   una volta giunti in cima di ammirare il borgo di Tropea che si riflette nel mare cristallino….un’esperienza unica da vivere in questo borgo incantevole, che offre anche ben 5 affacci sul mare e per non perdere nulla vi consiglio di scoprirli tutti, compreso quello sulle Isole Eolie con il cratere dello Stromboli!  Pranzo libero in corso di visita. Ma ora proseguiamo il nostro viaggio perché questa costa ha ancora tanto da raccontarci e tante emozioni da regalarci! CAPO VATICANO, in corrispondenza del “corno di Calabria”, dove leggenda e miti si rincorrono da millenni. Dal belvedere del Faro di Capo Vaticano potremo ammirare l’orizzonte con sotto lo strapiombo costellato di bianche calette incastonate tra le rocce ed un mare da sogno! Sistemazione in hotel lungo la costa. Cena e pernottamento.

16 MAGGIO: REGGIO CALABRIA – SCILLA

Dopo la prima colazione proseguimento per Reggio Calabria che sarà anche per voi, come lo è stato per me, una bellissima sorpresa! Reggio Calabria la città della “Fata Morgana” e dei Bronzi di Riace… e proprio da questi partiremo per conoscere la città. La visita del MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE di Reggio Calabria, ospitato all’interno del Palazzo Piacentini ci permetterà di ammirare oltre ai celebri BRONZI DI RIACE anche le statue dei DIOSCURI, le PINAKES, i corredi funerari, il KOUROS di Reggio Calabria e tante altre meraviglie archeologiche. Ora andiamo però a conoscere la città, con il suo Duomo, uno dei più grandi edifici religiosi della Calabria che ospita opere di grande pregio come il PERGAMO di Francesco Jerace e la stupenda Cappella del Santissimo Sacramento, uno dei pochi esempi di Barocco in Calabria, con le pareti decorate con intarsi a mosaico fiorentino ed 8 nicchie che racchiudono altrettante statue di Santi in marmo bianco. Altro simbolo della città è il Castello Aragonese, con torri merlate e fossato; visitando il castello potremo salire per ammirare il panorama dall’alto delle sue torri cilindriche, da qui lo sguardo spazia a 360 gradi tra mare e montagna regalandoci mille emozioni! Pranzo libero. Ed ora l’appuntamento da non perdere è con il lungomare Italo Falcomatà, che D’Annunzio definì “il più bel chilometro d’Italia”. Questo angolo cittadino ci darà modo di conoscere un po’ meglio la storia di Reggio Calabria perché sulle 3 “Vie Marine” possiamo scoprire palazzi, piazzette, monumenti, scavi archeologici e sculture come quelle dell’artista Paola Epifani: TRANS-LETTERA, LABIRINTITE, CO-STELL-AZIONE che con i loro simboli e significati impreziosiscono il lungomare. Ed “OPERA”, altra installazione che rappresenta un parco architettonico sulla Via Marina, costituito da 46 colonne di 8 metri di altezza… unico nel suo genere.  Per un dolce ricordo potrete degustare l’arte gelatiera o della granita in uno dei tanti chioschi lungomare. Proseguimento per Scilla, la “porta d’ingresso” allo Stretto di Messina, dove il mar  Tirreno e lo Ionio   si incontrano dando vita alle leggende di Scilla e Cariddi (di cui Omero scrisse nella sua Odissea…) dal cui promontorio potremo ammirare immagini da cartolina sulla Costa Viola. Scilla, uno dei borghi più belli della Calabria, soprannominata “la piccola Venezia del Sud” per le sue viuzze che ricordano i Canali di Venezia, con le abitazioni dei pescatori in prossimità degli scogli ed unite da arcate. L’attrazione principale è sicuramente Castello Ruffo di origine normanna o forse sveva,  che domina con la sua mole l’imboccatura dello Stretto di Messina e dividendo il quartiere di Marina Grande dal pittoresco Borgo di CHIANALEA riconosciuto come uno dei “Borghi più belli d’Italia”! Casette colorate che sembrano spuntare dall’acqua, pescatori, barche colorate, vicoli e vicoletti che sembrano usciti da una cartolina. Dopo la visita trasferimento in hotel nei pressi della località. Cena e pernottamento.

17 MAGGIO: ROSSANO – RIVIERA DEI CEDRI – CASERTA               

Prima colazione in hotel e partenza per la costa Ionica. Arrivo a Rossano, uno dei principali centri Bizantini della Calabria, di un’eleganza impeccabile ai piedi della Sila. Nel centro ammireremo la Cattedrale di Maria Santissima Achiropita costruita attorno all’affresco della Vergine Achiropita (letteralmente non dipinta da mano umana) infatti secondo la tradizione l’immagine sarebbe apparsa improvvisamente su una pietra durante la costruzione della Chiesa. Ma la grande importanza a Rossano è data dal fatto che tra i mille gioielli poco conosciuti della Calabria Rossano ne ospita uno così prezioso da essere inserito nel “Registro delle Memorie del Mondo”. Infatti, custodito all’interno del Museo Diocesano, il CODEX PURPUREUS ROSSANENSIS è un antico evangelario miniato di origine bizantina del VI secolo portato dall’Oriente per essere salvato dalla distruzione iconoclasta, manoscritto su carta pergamena color porpora! Una visita indiscutibilmente unica ed emozionante! A confermare Rossano quale centro di cultura e spiritualità bizantina sono la Chiesa della Panaghia  e la Chiesa di San Marco con le sue 5 cupole cilindriche, a pianta greca, posta su uno sperone  di tufo, bellissimo esempio di stile bizantino ,l’interno purtroppo non è visitabile,  ma ci possiamo consolare con una pausa da Tagliaferri, la pasticceria storica di Rossano aperta dal 1900, famosa per il suo Spumone e Pezzo Duro. Pranzo libero in corso di visita. Risalendo arriveremo alla Piana di Sibari, con il suo largo fronte di sabbia affacciato sul Golfo di Corigliano, una terra rigogliosa e verde coperta da distese di ulivi che arrivano sino alle dune in prossimità del mare. Giungeremo ai Laghi di Sibari, bacini artificiali di bonifica affacciati sul mare dove è stato realizzato negli anni ’70 un insediamento turistico in un’area naturalistica di grande valore, le cui darsene sono collegate al mare attraverso i canali. E qui termina il nostro viaggio alla scoperta della Calabria. Proseguiremo in direzione Caserta per la cena ed il pernottamento in hotel.

18 MAGGIO: CASERTA – RITORNO

Dopo la prima colazione in hotel visita facoltativa della sontuosa Reggia di Caserta, definita la “Versailles italiana”. Ingresso facoltativo a questo immenso complesso barocco disegnato dal Vanvitelli per il Re Borbone di Napoli , con le sue 1200 stanze, 4 cortili e l’immenso parco reale ricco di fontane, statue e cascate.  H 12.00 partenza per il viaggio di ritorno. Pranzo libero. Arrivo previsto in serata.

 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE € 765,00

(supplemento camera singola € 160,00) (minimo 35 partecipanti)

 

 

La quota comprende:

- Viaggio in autopullman G.T.

- Sistemazione in hotel 3 stelle

- Trattamento di mezza pensione

- Pranzo del 2^ giorno                                       

- Visite guidate                                                      

- Ns. accompagnatore

- Assicurazione medico bagaglio

 

La quota non comprende:

- I pasti esclusi e le bevande

- Tassa di soggiorno da pagare in loco

- Ingressi a musei e monumenti

- Mance ed extra personali

- Tutto quanto non indicato ne “la quota comprende”                                                                       

-  assicurazione annullamento

Tags: 

data: 

Sabato, Maggio 13, 2023