Nella terra degli Etruschi.. ORVIETO, TARQUINIA e VITERBO con CIVITA DI BAGNOREGIO e lo straordinario Castello di Santa Severa

Ritratto di tumifaigirar

Nella terra degli Etruschi…

23/25 aprile


ORVIETO, TARQUINIA e VITERBO
con CIVITA DI BAGNOREGIO “la città che muore” e lo straordinario 
Castello di Santa Severa

 

 

 

CIVITA DI BAGNOREGIO, l’antico borgo è condannato. Pochi anni ancora, forse dieci, forse venti, forse pochi mesi, e poi la fine è sicura… resiste ancora, appollaiato sul tufo circondato solo d’aria, come un uccello, sulla punta più alta di un paesaggio morto che resiste ancora, sbranato dai terremoti, corroso dalle acque… è più miracolo che cosa vera.

 

23 APRILE: ORVIETO – CIVITA DI BAGNOREGIO – SANTA MARINELLA    

H 6.00 ritrovo dei Sigg.ri partecipanti nei luoghi convenuti e partenza in autopullman G.T. per Orvieto: “la rupe di tufo biondo si alza a scogliera, precipita sulla verde valle di Paglia”. Ed infatti Orvieto ci apparirà come un paese scavato nella roccia, una sorpresa inaspettata e sorprendente, irta su una rupe di tufo dalle pareti a picco, un concentrato di bellezze artistiche e paesaggistiche. Visitare Orvieto sarà come attraversare la storia perché vi si trovano stratificate le tracce di diverse epoche.  Ammireremo il Duomo, massimo capolavoro del Medioevo italiano, ricchissimo di opere d’arte, il Complesso dei Palazzi Papali, il Palazzo del Popolo e gli altri edifici cinquecenteschi, oltre al celeberrimo Pozzo di San Patrizio (esterno), fatto scavare da Clemente VII che si rifugiò qui durante il Sacco di Roma. Ed ancora l’area archeologica, in quanto Orvieto fu una delle più importanti e fiorenti città etrusche. Pranzo libero in corso di visita. Al termine proseguiremo il nostro viaggio verso CIVITA DI BAGNOREGIO, antico borgo di poche case arroccate su un cucuzzolo d’argilla che l’erosione sta lentamente deteriorando, e che per la sua bellezza è entrato a far parte della lista dei “Borghi più belli d’Italia”. Visiteremo questo meraviglioso borgo, la cosiddetta “Città che muore” per il progressivo crollo delle pareti perimetrali ed il conseguente abbandono da parte della popolazione che le conferisce un’atmosfera surreale… sembra che il tempo si sia fermato, appare come un’isola di tufo rosso nel mare delle bianche argille dei calanchi. Dalla rupe si può ammirare lo stupendo spettacolo dei “ponticelli”, enormi muraglioni naturali d’argilla che subiscono un processo erosivo di circa 7 cm l’anno!! Al termine trasferimento in hotel nei pressi di Santa Marinella, la Perla del Tirreno, incastonata sul litorale laziale. Cena e pernottamento.

24 APRILE: TUSCANIA – TARQUINIA – CASTELLO DI SANTA SEVERA       

Dopo la prima colazione in hotel partiremo per la nostra giornata di escursioni. Prima tappa la cittadina di TUSCANIA, nella Tuscia Laziale, su di un piano tufaceo tra profondi burroni. Sarà il Colle San Pietro, simbolo della cittadina, a darci il benvenuto con i resti del periodo etrusco e romano, vedremo le splendide chiese romaniche di S. Pietro e S. Maria Maggiore, ed il centro storico, protetto da mura di tufo, un vero e proprio museo all’aperto con palazzi aristocratici, vicoli, archi, il Duomo di San Giacomo ed il Museo Archeologico (che ospita raffinati sarcofagi ed altri reperti provenienti dalle necropoli etrusche del territorio). Proseguimento per TARQUINIA, altra pittoresca cittadina ricca di monumenti medievali ma famosa soprattutto per la sua necropoli etrusca, con i suoi 3.000 anni di storia. Il borgo ci apparirà con 18 torri superstiti, con la lunga cinta muraria che racchiude il centro storico con gli edifici in calcare o tufo vulcanico, dove troveremo molto suggestivo girare per le stradine medievali tra archi e torri. Pranzo libero. Proseguimento per il Castello di Santa Severa, un’esperienza da non perdere in un luogo dimenticato ed abbandonato per anni, che ora è tornato a vivere, un luogo straordinario, ricco di fascino, affacciato sul cuore del litorale romano. Costruito dai normanni intorno all’anno mille, nel corso dei secoli divenuto poi proprietà di nobili famiglie romane che qui ospitarono diversi pontefici, abbandonato ed ora riportato splendidamente alla luce con importanti scoperte archeologiche, tra cui un bellissimo tratto di mura poligonali fronte mare! Tempo a disposizione per la visita facoltativa. Al termine trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

25 APRILE: VITERBO – RITORNO      

Dopo la prima colazione in hotel partenza per VITERBO, antica città dei Papi, in passato una delle città più prosperose e belligeranti d’Italia, ed il suo antico prestigio è ancora visibile negli splendidi palazzi e nelle numerose chiese medievali circondate dalle mura cittadine. La città ospita la riserva italiana dell’oro, un’importante Accademia d’Arte e la famosa Università di Tuscia. Viterbo nasce etrusca e diventa medievale, si è trovata a lungo contesa tra il Sacro Romano Impero ed il Papato. Nel XIII secolo era la grande rivale di Roma Papale e raggiunse il suo massimo splendore. Ammireremo il quartiere medievale, noto come Sanpellegrino, con le case costruite nella roccia tufacea, prive di fondamenta e con una tipica scala sulla facciata. Qui troviamo il Palazzo Papale, uno dei monumenti più noti della città, la Cattedrale di San Lorenzo, il Municipio e molte Chiese, oltre a diverse botteghe d’antiquariato e negozietti. Da non dimenticare le sorgenti termali che nella zona abbondano e che erano già menzionate da Dante nella Divina Commedia. Pranzo libero.  H 15.00 partenza per il viaggio di ritorno. Arrivo previsto in serata.

 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE € 310,00
Supplemento singola € 80,00
(minimo 35 partecipanti)

FACOLTATIVO: INGRESSO AL CASTELLO DI SANTA SEVERA € 7,00 (gratuito fino a 18 anni) DA PRENOTARE AL MOMENTO DELL’ISCRIZIONE.

 


La quota comprende:
- Viaggio in autopullman G.T.

- Sistemazione in hotel 3 stelle

- Trattamento di mezza pensione

- Ns. Accompagnatore

- Assicurazione di legge

La quota non comprende:
- I pasti esclusi e le bevande
- Ingressi a musei e monumenti
- Tassa di soggiorno da pagare in loco
- Extra personali e quanto non indicato ne “la  quota comprende”                                      - Assicurazione annullamento obbligatoria   
                                                                                                                    

Tags: 

data: 

Domenica, Aprile 23, 2023